BANDO PER IL SOSTEGNO ALL'AVVIO DI UNA COOPERATIVA DI COMUNITA'

Periodo apertura bando: 
da 07/04/2021 a 07/06/2021

E' pubblicato nel BUR numero 14 del 07/04/2021 il "BANDO PER L’ACCESSO INDIVIDUALE ALLA MISURA 19 - SOTTOMISURA 19.2 “SVILUPPO LOCALE LEADER” – AZIONE 1.1 “SOSTEGNO ALL’AVVIO DI UNA COOPERATIVA DI COMUNITÀ” – RIENTRANTE NELLA STRATEGIA DI SVILUPPO LOCALE DEL GAL MONTAGNA LEADER APPROVATA NELL’AMBITO DEL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 DELLA REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA.".

FINALITA’:

L’azione è finalizzata a sperimentare nuovi percorsi di sviluppo locale, sostenendo lo sviluppo di una cooperativa di comunità, intesa come strumento innovativo, in gradi di far rivivere aree rurali, paesi e piccoli borghi puntando sulla partecipazione attiva dei cittadini e valorizzando risorse endogene altrimenti inutilizzate.

BENEFICIARI:

Società cooperative con sede legale o unità operativa in uno dei comuni di area Leader di fascia montana B e C, così come classificati nella DGR n. 3303 del 31/10/2000 e ricadenti nelle aree rurali C e D di cui all’articolo 2, iscritte al Registro delle Cooperative di cui all’art. 3, comma 1 della L.R. 3/12/2007 n. 27 (Disciplina organica in materia di promozione e vigilanza del comparto cooperativo). Qualora si tratti di cooperative sociali, devono essere iscritte all’Albo regionale delle cooperative sociali di cui al Capo II della L.R. 20/2006 (Nome in materia di cooperazione sociale).

In particolare i beneficiari dovranno svolgere la propria attività ed avere sede o stabilimento in uno dei comuni di seguito elencati.

Saranno ammessi alla valutazione i progetti presentati da cooperative di comunità già costituite da non più di sei mesi dalla data di pubblicazione del bando o che si andranno a costituire entro tre mesi dalla data di approvazione della graduatoria.

TERRITORIO INTERESSATO:

Il presente bando si applica alle operazioni attuate nei comuni di fascia montana B e C così come classificati nella DGR n. 3303 del 31/10/2000 che ricadono nei seguenti comuni delle aree rurali C e D della regione Friuli Venezia Giulia:

- Area rurale C: Aviano (solo per i centri abitati di Busa di Villotta e Collalto), Caneva (solo per il centro abitato di La Crosetta), Castelnovo del Friuli, Cavasso Nuovo, Fanna, Meduno, Pinzano al Tagliamento, Polcenigo (solo per il centro abitato di Mezzomonte),

- Area rurale D: Andreis, Barcis, Cimolais, Claut, Clauzetto, Erto e Casso, Frisanco, Tramonti di Sopra, Tramonti di Sotto, Vito d’Asio.

INTERVENTI AMMISSIBILI:

Sono ammissibili le operazioni che prevedono la realizzazione dei seguenti interventi in quanto ritenuti funzionali e strategici all’interno della SSL:

-              Promozione e gestione di servizi legati al turismo sostenibile

-              Gestione di servizi, anche in forma innovativa, a favore della popolazione locale e/o dei turisti (per es. trasporto sociale e turistico, assistenza, commercializzazione dei prodotti)

-              Gestione di spazi ricreativi e per la socialità

-              Recupero di produzioni tradizionali (agroalimentari e artigianali) e antichi mestieri 

-              Interventi di ripristino e valorizzazione del paesaggio

-              Valorizzazione delle tradizioni culturali

COSTI AMMISSIBILI:

a seconda dei diversi interventi attivati, sono considerati ammissibili i costi relativi a:

a)            Costruzione o miglioramento di beni immobili;

b)           Acquisto di beni mobili (macchinari e attrezzature compresi gli arredi) funzionali al progetto e nell’ambito delle operazioni ammissibili;

c) Costi generali quali parcelle per consulenze legali e notarili, onorari di architetti, ingegneri e consulenti; i costi generali sono ammissibili solo qualora collegati ai costi di cui alle lettere a), b) e nel limite del 10 per cento di tali costi;

d)           Interventi immateriali, di acquisizione o sviluppo di programmi informatici e di acquisizione di brevetti, licenze, diritti e marchi d’autore, marchi commerciali.

e) Attività di ricognizione, elaborazione e diffusione delle informazioni, nonché realizzazione e diffusione di materiale informativo su diversi supporti mediali;

f) Produzioni audiovisive e multimediali per la diffusione attraverso canali radiofonici e televisivi;

g) Noleggio di attrezzature e strutture mobili, nonché acquisizione di spazi e servizi all’interno di fiere, nell’ambito di eventi e manifestazioni, per campagne promozionali;

h) Noleggio di attrezzature e strutture mobili, nonché acquisizione di spazi per l’organizzazione di eventi e manifestazioni a finalità informativa, divulgativa o promozionale, compresi i compensi e rimborsi spese relatori;

i) Realizzazione o aggiornamento di siti web;

j) Consulenze specialistiche per la progettazione e organizzazione di attività di informazione e promozione di cui alle voci di spesa indicate alle lettere e), f), g) ed h);

l) Predisposizione di elaborati tecnici e documentazione richiesti ai fini della valutazione delle domande di sostegno, diversi da quelli di cui all’art. 45, paragrafo 2 lettera c) del Regolamento UE 1305/2013 e da quelli indicati nella lettera c) del bando, nel limite del 5 per cento dell’importo previsto per l’investimento;

m) Spese per garanzia fideiussoria richiesta a fronte di anticipazione prevista su investimenti di cui alla lettera a), ai sensi dell’art. 45, paragrafo 4 del Regolamento UE 1305/2013;

n) L’imposta sul valore aggiunto (IVA) esclusivamente nei casi in cui sia effettivamente sostenuta e non sia recuperabile in base alla normativa nazionale sull’IVA.

Sono ammissibili le spese sostenute successivamente alla data di presentazione della domanda di sostegno.

INTENSITÀ DEL SOSTEGNO:

Il sostegno è erogato in forma di conto capitale a titolo di “de minimis” con un aliquota del 80% sul costo ritenuto ammissibile

1.            Il costo minimo ammissibile dell’operazione per la quale è presentata domanda di sostegno è pari a euro 10.000,00.

2.            Il costo massimo ammissibile dell’operazione per la quale è presentata domanda di è pari a euro 37.500,00.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Il beneficiario presenta la domanda di sostegno a pena di inammissibilità dal giorno successivo alla data di pubblicazione sul BUR del presente bando ed entro ….........., secondo la seguente modalità:

a)            compila, sottoscrive con firma digitale e trasmette la domanda corredata degli allegati di cui all’articolo 18 in formato elettronico sul portale del Sistema informativo agricolo nazionale (SIAN), www.sian.it.

 

L’organismo responsabile del bando è il Gruppo di Azione Locale (GAL) Montagna Leader.

MODALITA’ DI CONCESSIONE DEI CONTRIBUTI

I sostegni sono concessi con il procedimento valutativo a graduatoria in applicazione dei criteri di selezione e di priorità individuati nel bando.

La dotazione finanziaria iniziale è di Euro 30.000,00.

La graduatoria, ha validità di due anni dalla data di pubblicazione sul BUR.

Le disponibilità derivanti da eventuali nuove risorse, rinunce, economie, nuovi stanziamenti, potranno essere riutilizzate per finanziare lo scorrimento della graduatoria entro la data di validità della stessa.

TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE:

Dal giorno successivo di pubblicazione sul BUR ed entro il 7 giugno 2021

 

PER INFORMAZIONI:

MONTAGNA LEADER S.C. A R.L.

Via Venezia 18 - 33085 Maniago

Telefono: 0427 71775

Mail: gal@montagnaleader.org

PEC : montagnaleader@pec.it