BANDO AZIONE 1.10 "INTERVENTI PER LA CURA E TUTELA DEL PAESAGGIO"

Periodo apertura bando: 
da 16/03/2022 a 31/05/2022

- AVVISO DI PROROGA DEI TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI SOSTEGNO -

 

Si comunica che il termine di presentazione delle domande di sostegno a valere sul “Bando per l’accesso individuale alla misura 19 - sottomisura 19.2 “sviluppo locale leader” – azione 1.10 “interventi per la cura e tutela del paesaggio” rientrante nella strategia di sviluppo locale del GAL montagna leader approvata nell’ambito del programma di sviluppo rurale 2014-2020 della regione autonoma Friuli Venezia Giulia.” pubblicato nel BUR n. 11 del 16 marzo 2022 è prorogato al 31 maggio 2022;

Il provvedimento di proroga è scaricabile dall'area allegati.

Maniago, 26 aprile 2022

Il Presidente - Emanuele Parpinelli

- AVVISO DI RETTIFICA DELL’ARTICOLO 9 “COSTI MINIMO E MASSIMO AMMISSIBILI” DEL BANDO -

Articolo Unico – Articolo 9 “Costi minimo e massimo ammissibili” del bando. Inserimento comma 7. 

1. L’articolo 9 “Costi minimo e massimo ammissibili” viene integrato con il seguente nuovo comma 7:

“Al fine di elevare il contributo pubblico, verranno presi in considerazione gli accordi tra l’ente pubblico beneficiario ed il/i comune/i nel cui ambito verrà realizzata l’operazione e ciascun ente pubblico potrà partecipare unicamente ad un progetto”.

Maniago, 04 aprile 2022.

IL PRESIDENTE DEL GAL MONTAGNA LEADER S. CONS. A R.L                 

Emanuele Parpinelli

 

AVVISO TERMINE ULTIMO DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI SOSTEGNO

 

Visto l’articolo 16 “Presentazione della domanda di sostegno” comma 1 del Bando che prevede che le domande siano presentate tramite il portale SIAN entro 60 giorni dalla pubblicazione del bando sul BUR;

Dato atto che il bando è stato pubblicato nel BUR n. 11 del 16 marzo 2022 e che quindi il sessantesimo giorno risulta domenica 15 maggio 2022;

si avvisano i potenziali beneficiari che il termine ultimo per la presentazione delle domande di sostegno a valere sul bando in oggetto è fissato al primo giorno lavorativo utile e quindi a LUNEDI’ 16 MAGGIO 2022.

 

Il Presidente

Emanuele Parpinelli

 

BANDO PER L’ACCESSO INDIVIDUALE ALLA MISURA 19 SOTTOMISURA 19.2 DEL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 DELLA REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA, STRATEGIA DI SVILUPPO LOCALE DEL GAL MONTAGNA LEADER AZIONE 1.10 “INTERVENTI PER LA CURA E LA TUTELA DEL PAESAGGIO”

FINALITA’:

L’azione ha per oggetto interventi per la cura e tutela del paesaggio e la sua valorizzazione e promozione in chiave turistica e persegue le seguenti finalità: realizzazione di progetti che prevedano un combinato di azioni volte alla salvaguardia, alla valorizzazione e alla gestione del paesaggio, all’insegna della sostenibilità ambientale ed economica. Attraverso il Bando si intendono stimolare la tutela attiva e la fruizione di luoghi significativi; il sostegno a nuove forme di gestione del paesaggio attraverso il collegamento fra i siti/percorsi/luoghi e servizi turistici complementari, nonché l'incentivazione di forme di partecipazione pro-attiva delle comunità locali.

BENEFICIARI:

Enti pubblici: il cui ambito di competenza territoriale ricade nell’area di competenza del GAL compresa nei comuni elencati nella sezione “territorio interessato”

Aziende agricole: che svolgono attività di filiera corta e hanno sede o stabilimento all’interno dell’area di competenza del GAL compresa nei comuni elencati nella sezione “territorio interessato”

Micro e piccole imprese che operano nel settore del turismo che svolgono la propria attività e hanno sede o stabilimento all’interno dell’area di competenza del GAL compresa nei comuni elencati nella sezione “territorio interessato”

TERRITORIO INTERESSATO:

Gli interventi oggetto di aiuto sono applicabili nei seguenti Comuni ricadenti nelle aree rurali C e D della regione Friuli Venezia Giulia corrispondenti ai seguenti comuni:

a.         Area Rurale C: Arba, Aviano, Budoia, Caneva, Castelnovo del Friuli, Cavasso Nuovo, Fanna, Maniago, Meduno, Montereale Valcellina, Pinzano al Tagliamento, Polcenigo, Sequals, Travesio, Vajont;

b.         Area Rurale D: Andreis, Barcis, Cimolais, Claut, Clauzetto, Erto e Casso, Frisanco, Tramonti di Sopra, Tramonti di Sotto, Vito d’Asio.

INTERVENTI AMMISSIBILI:

Interventi

Beneficiari

  1. Valorizzazione in chiave turistica dei siti attraverso attività di promozione e divulgazione, sistemi informativi innovativi (ICT), integrazione con attività culturali o didattico-informative

 

- Enti pubblici

- Micro e piccole imprese che operano nel settore del turismo

- Aziende agricole

  1. Sistemazione di aree con installazione di attrezzature funzionali alla sosta e alla fruizione di itinerari (ad es. panchine, punti luce, fontanelle, stazioni di ricarica per e-bike), compresa la realizzazione e il posizionamento di segnaletica e pannelli informativi
  2. Recupero, conservazione e adeguamento o riqualificazione di infrastrutture e strutture di piccola scala di pregio culturale, situate lungo o in prossimità dei percorsi (ad es. cappelle, edicole, fontane, muretti, ponticelli, manufatti di matrice rurale)
 

Sono ammissibili al sostegno domande di sostegno che prevedono l’attivazione di una pluralità di interventi fra quelli previsti.

 

REQUISITI DI AMMISSIBILITA’ DEGLI INTERVENTI:

Interventi

Requisiti di ammissibilità

  1. 1.       Valorizzazione in chiave turistica dei siti attraverso attività di promozione e divulgazione, sistemi informativi innovativi (ICT), integrazione con attività culturali o didattico-informative

1.  Gli interventi dovranno garantire:

a)    una fruizione attiva dei siti da parte della comunità e/o dei turisti;

b)   forme di gestione dei siti/percorsi per almeno la durata del vincolo di destinazione, ivi compresa l’esecuzione della manutenzione ordinaria degli interventi;

c)    adeguate azioni promozionali, anche attraverso l’ausilio delle ITC.

Relativamente ai requisiti di cui alle lettere a) e b) in sede di presentazione della domanda di sostegno, i beneficiari pubblici dovranno comprovare, il coinvolgimento attivo dei settori produttivi e delle comunità in azioni di volontariato per la valorizzazione, gestione e promozione del sito, attraverso la dichiarazione “Requisiti di ammissibilità”, predisposta come da Allegato H e relative sezioni (se pertinenti). 

2.  Il sostegno all’investimento è concesso esclusivamente per strutture di piccola scala.

  1. 2.       Sistemazione di aree con installazione di attrezzature funzionali alla sosta e alla fruizione di itinerari (ad es. panchine, punti luce, fontanelle, stazioni di ricarica per e-bike), compresa la realizzazione e il posizionamento di segnaletica e pannelli informativi
  2. 3.       Recupero, conservazione e adeguamento o riqualificazione di infrastrutture e strutture di piccola scala di pregio culturale, situate lungo o in prossimità dei percorsi (ad es. cappelle, edicole, fontane, muretti, ponticelli, manufatti di matrice rurale)
 

 

COSTI AMMISSIBILI:

Interventi

Costi ammissibili

  1. Valorizzazione in chiave turistica dei siti attraverso attività di promozione e divulgazione, sistemi informativi innovativi (ICT), integrazione con attività culturali o didattico-informative

a.1)      acquisto di nuovi macchinari, attrezzature e arredi fino a copertura del valore di mercato del bene;

a.2)      attività di ricognizione, elaborazione e diffusione delle informazioni, nonché realizzazione e diffusione di materiale informativo su diversi supporti mediali

a.3)      produzioni audiovisive e multimediali per la diffusione attraverso canali radiofonici e televisivi

a.4)      omissis

a.5)      omissis

a.6)      realizzazione o aggiornamento di siti web (comprese attività di web e social marketing)

a.7)      consulenze specialistiche per progettazione e organizzazione di attività di informazione e promozione di cui alle voci di spesa indicate alle lettere a.2) e a.3) entro il limite del 10% delle spese a cui si riferiscono.

  1. Sistemazione di aree con installazione di attrezzature funzionali alla sosta e alla fruizione di itinerari (ad es. panchine, punti luce, fontanelle, stazioni di ricarica per e-bike), compresa la realizzazione e il posizionamento di segnaletica e pannelli informativi

b.1)      miglioramento di beni immobili

b.2) acquisto di nuovi macchinari, attrezzature e arredi fino a copertura del valore di mercato del bene;

b.3)      spese generali collegate alle spese di cui alle lettere b.1) e b.2), come onorari di architetti, ingegneri e consulenti, compensi per consulenze in materia di sostenibilità ambientale ed economica, inclusi studi di fattibilità entro il limite del 10% del costo ammissibile dei relativi investimenti. Gli studi di fattibilità rimangono spese ammissibili anche quando, in base ai loro risultati, non sono effettuate spese a titolo delle lettere b.1) e b.2)

I costi di cui alla lettera b.1) e b.2) riguardano:

-   lavori per la valorizzazione, la conservazione e la fruizione turistica di sentieri e manufatti esistenti, incluso l’acquisto di impianti e attrezzature nuove e loro installazione.

-   realizzazione, ripristino o sistemazione di postazioni di osservazione e di aree di sosta attrezzata (panchine, punti luce, fontanelle, piccole strutture per svolgere attività sportive o ricreative compatibili, ecc.)

-   realizzazione e posa della segnaletica e di pannelli informativi a basso impatto paesaggistico (punti informativi, distributori di depliant, ecc.).

b.4)      attività di ricognizione, elaborazione e diffusione delle informazioni, nonché realizzazione e diffusione di materiale informativo su diversi supporti mediali;

b.5)      consulenze specialistiche per progettazione e organizzazione di attività di informazione e promozione di cui alle voci di spesa indicate alla lettera b.4) entro il limite del 10% delle spese a cui di riferiscono.

  1. Recupero, conservazione e adeguamento o riqualificazione di strutture di piccola scala di pregio culturale, situate lungo o in prossimità dei percorsi (ad es. cappelle, edicole, fontane, muretti, ponticelli, manufatti di matrice rurale)

c.1)      miglioramento di beni immobili

c.2)      spese generali collegate alle spese di cui alle lettere c.1), come onorari di architetti, ingegneri e consulenti, compensi per consulenze in materia di sostenibilità ambientale ed economica, inclusi studi di fattibilità entro il limite del 10% del costo ammissibile dei relativi interventi.

I costi di cui alla lettera c.1) riguardano:

-   ristrutturazione di muri in pietra a secco, ponticelli, piccoli manufatti di fruizione rurale (fontane, collegamenti idrici, roccoli, ecc.) e il recupero, conservazione e adeguamento di strutture di piccola scala di pregio culturale, anche in condizione di rudere (cappelle, edicole, ancone, ecc.) avendo cura di non alterare profili e prospetti esistenti o documentati.

 

Sono ammissibili le spese sostenute successivamente alla data di presentazione della domanda di sostegno.

INTENSITÀ DEL SOSTEGNO E COSTI MASSIMI E MINIMI:

Il sostegno è erogato in forma di conto capitale secondo i seguenti regimi:

  1. Nel caso di enti pubblici che nell’ambito del progetto finanziato non esercitano attività rilevanti ai fini commerciali, il sostegno non è configurabile come aiuto ad attività di impresa e pertanto è erogato in conto capitale con una aliquota del 100%
  2. Nel caso di enti pubblici che nell’ambito del progetto finanziato esercitino attività rilevanti ai fini commerciali, micro e PMI che operano nel settore del turismo e aziende agricole il sostegno è erogato in conto capitale a titolo di «de minimis», con un’aliquota del 60% sul costo ritenuto ammissibile.
  3. Il costo minimo ammissibile dell’operazione per la quale è presentata domanda di sostegno è pari a euro 10.000,00.
  4. Il costo massimo ammissibile dell’operazione per la quale è presentata domanda di sostegno da parte delle micro e piccole imprese del settore turistico e delle aziende agricole, è pari a euro 25.000,00.
  5. Il costo massimo ammissibile dell’operazione per la quale è presentata domanda di sostegno da parte degli enti pubblici, è pari a euro 30.000,00.
  6. Il costo massimo ammissibile dell’operazione per la quale è presentata domanda di sostegno da parte degli enti pubblici è elevabile sino ad un massimo di euro 60.000,00 nel caso in cui l’operazione venga proposta da un ente pubblico che la realizzi su un ambito di almeno 2 comuni.
  7. Il costo massimo ammissibile dell’operazione per la quale è presentata domanda di sostegno da parte degli enti pubblici è elevabile sino ad un massimo di euro 100.000,00 nel caso in cui l’operazione venga proposta da un ente pubblico che la realizzi su un ambito di almeno 3 comuni.
  8. Al fine di elevare il contributo pubblico, verrà presa in considerazione la localizzazione fisica degli interventi di sistemazione di aree e di recupero, conservazione e adeguamento di infrastrutture e strutture su piccola scala.

MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Il beneficiario presenta la domanda di sostegno a pena di inammissibilità dal giorno successivo alla data di pubblicazione sul BUR del presente bando ed entro il 15 maggio 2022 secondo la seguente modalità:

a)         compila, sottoscrive con firma digitale e trasmette la domanda corredata degli allegati in formato elettronico sul portale del Sistema informativo agricolo nazionale (SIAN), www.sian.it.

 

L’organismo responsabile del bando è il Gruppo di Azione Locale (GAL) Montagna Leader.

MODALITA’ DI CONCESSIONE DEI CONTRIBUTI

I sostegni sono concessi con il procedimento valutativo a graduatoria in applicazione dei criteri di selezione e di priorità individuati nel bando.

La dotazione finanziaria iniziale è di Euro 332.078,47.

La graduatoria, ha validità di due anni dalla data di pubblicazione sul BUR.

Le disponibilità derivanti da eventuali nuove risorse, rinunce, economie, nuovi stanziamenti, potranno essere riutilizzate per finanziare lo scorrimento della graduatoria entro la data di validità della stessa.

TERMINE DI AVVIO E REALIZZAZIONE DEL PROGETTO E DI RENDICONTAZIONE

Le operazioni finanziate devono essere avviate entro 2 mesi dalla data del provvedimento di concessione del sostegno per i beneficiari privati ed entro 3 mesi per i beneficiari pubblici.

Le operazioni sono concluse e rendicontate, a pena di revoca del sostegno, fatta salva la concessione di eventuali proroghe ai sensi dell’Articolo 6, entro i seguenti termini, decorrenti dalla data del provvedimento medesimo:

a)        9 mesi per operazioni che prevedono interventi in beni mobili o immateriali e fino a 15 mesi per interventi realizzati da soggetti pubblici;

b)        12 mesi per operazioni che prevedono interventi in beni immobili e fino a 15 mesi per interventi realizzati da soggetti pubblici.

In ogni caso le operazioni devono essere concluse e rendicontante entro il 30/06/2023.

CRITERI DI SELEZIONE

- Valore paesaggistico dell’area interessata, localizzazione dell’investimento con priorità per le aree di pregio naturalistico e le aree di particolare interesse paesaggistico-architettonico

- Coinvolgimento attivo dei settori produttivi e delle comunità (per gli enti pubblici)

- Attivazione di sistemi informativi innovativi (es. ausilio ITC, APP, ecc.)

- Livello di integrazione con altri settori produttivi (solo per le aziende agricole e micro e piccole imprese del settore turistico)

- Imprenditoria giovanile

- Imprenditoria femminile

- Progetti presentati da aziende agricole con qualifica di fattoria didattica o sociale

- Localizzazione dell’intervento, grado di montanità secondo il seguente ordine di priorità: fasce c), b) ed a), come da classificazione del territorio montano di cui alla dgr 3303/2000

- Livello di integrazione con attività culturali o didattico-informative

PER INFORMAZIONI:

MONTAGNA LEADER S.C. A R.L.

Via Venezia 18 - 33085 Maniago

Telefono: 0427 71775

Mail: gal@montagnaleader.org

PEC : montagnaleader@pec.it